Appello agli abitanti di Aosta contro il Pirogassificatore

Il Pirogassificatore ( nome usato a scopi puramente pubblicitari ) è in realtà un Inceneritore a tutti gli effetti.

E quindi costa molto, sia in termini di salute pubblica, sia in termini di soldi (centinaia di milioni di euro di debito futuro) sottratti alle cose più indispensabili. Senza contare i danni per il turismo e l’agricoltura.

Per questo sarebbe doveroso opporsi.

Il Comitato per il SI al Referendum contro il Pirogassificatore, non si limita a respingere il Piro Incenerimento, ma propone un modello alternativo per il Trattamento a Freddo dei Rifiuti – che si sta diffondendo un po’ ovunque – e che rende inutili gli Inceneritori.

E’ una soluzione molto più semplice e veloce da realizzare – creando anche posti di lavoro stabili puliti.                                                                           

Purtroppo ha un inconvente : costa molto meno dell’Inceneritore…

Tutte le grandi opere sciagurate sono invece legate a un medesimo principio: segare il ramo ecologico su cui siamo seduti – avvelenando le risorse vitali.       

E farlo spendendo più soldi possibili.

La proposta del Comitato per il SI è dunque inserita nella più ampia visione di in un nuovo modello di Economia  compatibile con la vita.

Chi si oppone a questa svolta di civiltà ?                                                                          Certamente i piccolo e grandi gruppi dei “Comitati di Affari “- più o meno legali – chiusi nel loro triste culto dell’avidità.

Ma questi riescono a prevaricare solo potendo contare sulla mancanza di informazione – e ancor più sullo scoraggiamento di tutte le altre persone.

E poi ci sono i nostri governanti, a volte corrotti senza troppo ritegno, ma – forse ancora più sovente – incoscienti di quello che fanno.                  

Imprigionati in una “forma mentis” vecchia e insostenibile. Ciechi nei confronti delle conseguenze delle loro scelte.  Sordi nei confronti delle, ormai tante, voci che cercano di indurli alla ragionevolezza – e ad una più sincera etica del “Bene Comune “.

In conclusione: siamo tutti sulla stessa barca (qualcuno in prima classe, altri nella stiva…). Ma l’umanità è una sola. E il pianeta – con le sue risorse e la sua bellezza – è l’unico che abbiamo da lasciare in eredità ai nostri figli.

Per tutti questi motivi – ideali e molto concreti  nel contempo – chiediamo agli abitanti della v.d.Aosta di appoggiare il Comitato per il Sì al Referendum contro il Piro Inceneritore.

Con la speranza che anche qualcuno dei nostri governanti possa trovare il coraggio di cambiare idea – e l’intelligenza di ammettere di essersi sbagliato.

Sarebbe bello che lo facessero per questioni etiche e ideali… ma qualcuno mi prega di aggiungere che andrebbero bene anche delle basse considerazioni di tornaconto elettorale ( … sarebbe scomodo presentarsi alle prossime elezioni come il “Partito dell’Inceneritore” …  )

Il Comitato Referendario si sta raccogliendo intorno all’Associazione promotrice – valle.virtuosa@gmail.com e Sito valle virtuosa – ed ha necessità di accogliere contributi e sostegno, sia da parte di ogni tipo di Associazione, sia dai semplici cittadini. 

Info anche sul Sito del Comitato per il SI al Referendum contro il Pirogassificatore  : http://piroinceneritore.wordpress.com                                                  

Luisella Chiavenuto   Paolo Gino  ( Decrescita Felice )  Paolo Meneghini

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

4 risposte a Appello agli abitanti di Aosta contro il Pirogassificatore

  1. Luigi ha detto:

    Bisognerebbe innanzitutto fare una distinzione netta tra inceneritore e pirogassificatore;senza contare il diverso funzionamento che avrete letto e riletto in giro per il web, bisogna porre l’attenzione sui vantaggi che deriverebbero dalla costruzione di un pirogassificatore sia dal punto di vista economico che salutare (certo, l’ideale sarebbe non inquinare affatto, cosa assolutamente inimmaginabile al giorno d’oggi!).
    Rispetto ai vecchi inceneritori, a parità di capacità produttiva, le emissioni inquinanti prodotti da un pirogassificatore non fanno testo e sono moltissimo al di sotto dei valori di Legge (a titolo di esempio, date un’occhiata a questo articolo:http://www.tox.it/index.php?option=com_content&task=view&id=374&Itemid=1).
    Si parla poi di TMB (Trattamento Meccanico Biologico o trattamento “a freddo”) come valida alternativa al pirogassificatore: sinceramente, anche in questo caso il pirogassificatore ha la meglio su molteplici aspetti. La costruzione del pirogassificatore costerà 60 milioni di euro, la sua gestione per 20 anni 160 mln di euro e in più nell’appalto è prevista la gestione della discarica di Brissogne per 30 anni (cosa obbligatoria, per qualsiasi discarica in chiusura). Nessuna sorpresa.
    La gestione a freddo dei rifiuti richiede invece la costruzione di discariche, dato che una percentuale di circa il 40% degli RSU (rifiuti solidi urbani) non può essere smaltito da questo sistema, quindi si procede con lo stoccaggio e il trattamento in enormi invasi. Sapete dove va a finire il materiale valorizzato, proveniente dalla grande quantità di rifiuti indifferenziati? Beh, semplicemente presso inceneritori fuori dalla Regione… ovviamente con i nostri soldi. Senza contare che la parte non combustibile rimane NELLA Regione, nelle discariche. Non è un caso che a Trento, dove è stato a lungo adottato il sistema di TMB, si stia passando ad un sistema di trattamento a caldo (unica nota negativa la gestione, per 30 anni, delle discariche presenti).
    Sentite poi questa: ogni persona produce all’anno circa 440 kg di rifiuti dopo la raccolta differenziata, il cui potere calorifico è pari a circa 19 barili di petrolio risparmiati per produrre energia elettrica da fonti fossili; da ciò deduco che il gassificatore di Aosta permetterebbe di risparmiare circa 60.000 barili di petrolio all’anno.
    Le risorse tramite le quali informarsi nel web(e non solo)sono molto numerose: perché non evitare di focalizzarsi solo su alcune, abbracciando invece diversi dati e diversi punti di vista?

  2. mdfaosta ha detto:

    Grazie per l’interesse. Nell’articolo è segnalato un indirizzo Web dove si può trovare un confronto tra argomenti e punti di vista diversi, sul tema del Pirogassificatore di Aosta.

    Si tratta del Sito del Comitato del Si contro il Piro inceneritore – e quindi non è certo un Sito “neutrale”.
    Però vi si trovano anche i Link ai Siti favorevoli al Pirogassificatore, che propongono opininioni divergenti.

    Penso che lo scambio di Link sia un modo semplice ma efficace per accettare il confronto tra idee diverse.
    Il link del Sito citato è http://piroinceneritore.wordpress.com.

    I Link ai Siti “avversari” si trovano, in evidenza, nella Home Page – cliccando sull’immagine dedicata al Sito della Regione v.d.A.
    E ancora, cliccando sull’immagine intitolata “Epistolario” – dove si può visitare il Sito del Comitato per l’astensione al Referendum, in favore del Pirogas.
    E si può riflettere, leggendo anche uno scambio di Lettere tra i due Comitati.

    Saluti. Luisella.

  3. Luigi ha detto:

    La ringrazio per la Sua risposta pacata. Di fatti, mi è servita ad informarmi ulteriormente e ad essere sempre più certo di ciò che pensavo.
    Ora non mi rimane che scegliere tra l’astensione e il “NO”.
    Saluti.

  4. mdfaosta ha detto:

    Se Lei è convinto delle sue idee perchè non esprimerle votando NO ?
    L’Astensione invalida il Voto degli altri cittadini, cioè di coloro che esercitano il dirito-dovere del Voto.
    Non è una cosa un po’ meschina ?
    Invece -se si è incerti – si può votare scheda bianca, così non si rende nullo il voto degli altri.
    Non sarebbe più coerente anche con i valori democratici, che persone come E. Chanoux hanno pagato con la vita?
    Saluti e a risentirci. Luisella Ch.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...